Elezioni liguria, abolire il listino

#AbolireIlListino, una questione di democrazia.

Quando si parla di legge elettorale, sia a livello nazionale, sia a livello locale, si parla di uno dei meccanismi più delicati delle moderne democrazie, un formula matematica che trasforma un voto in un seggio, che mette in relazione cittadini e politica, che regola il rapporto tra società e potere.

Per essere più precisi, la legge elettorale trasforma n voti in un seggio ed è sempre complicato trovare la formula giusta, visto che si vanno a comprimere milioni di voti (o decine/centinaia di migliaia) in pochi seggi, come se dovessimo rovesciare milioni di litri di bevande differenti in una sola bottiglia da un litro.

Legge elettorale regione Liguria

La legge elettorale ligure è ancora il famoso Tatarellum (rimando al link in fondo per approfondimenti). Su 30 consiglieri, ben 6 (il 20%) verranno eletti dai partiti, visto che l’elettore non avrà potere di incidere sulla sua composizione.

Il listino del Presidente (lista regionale) “scatta” a favore della coalizione vincente, che si ritrova quindi questo “premietto” di maggioranza (sempre nel documento in calce i dettagli), senza che i cittadini possano dire “quello lo voglio, quell’altro no”.

Il M5S è sempre stato per dare ai cittadini il potere di scegliere i propri rappresentanti: ci sono mille altri sistemi, molto più democratici, per assegnare un premio di maggioranza o per assegnare di default sei seggi alla coalizione vincente.

Penso a sei seggi di premio assegnati tramite un collegio unico regionale, penso a sei seggi assegnati alla coalizione vincente in proporzione alle province (sempre sulla base delle preferenze espresse). Penso che tanti altri metodi democratici possano essere utilizzati in luogo di questo abominio da ventennio (ricordate le liste bloccate del PNF?).

Il listino bloccato è una negazione della democrazia e, soprattutto per le coalizioni, una fonte di accordi sottobanco da manuale Cencelli.

Vogliamo la possibilità di scegliere, in quasi tutte le Regioni questo abominio sta scomparendo.

Passiamo dalle vostre tante belle parole ai fatti. Basta una legge di quattro righe per abolire il listino. #AbolireIlListino

Le leggi elettorali

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.