Elezioni liguria, abolire il listino

#AbolireIlListino, una questione di democrazia. Quando si parla di legge elettorale, sia a livello nazionale, che a livello locale, si parla di uno dei meccanismi più delicati delle moderne democrazie, un formula matematica che trasforma un voto in un seggio, che mette in relazione cittadini e politica, che regola il rapporto tra società e potere. … Continua a leggere Elezioni liguria, abolire il listino

9 nomi per il Quirinale

E ci siamo. Ancora una volta noi iscritti possiamo dire la nostra su una delle votazioni più importanti del Parlamento italiano. L'assemblea congiunta dei portavoce in Parlamento ha eletto 9 nomi da affiancare a Romano Prodi (proposto da una manciata di parlamentari PD in risposta alla lettera di Grillo e Casaleggio) e da mettere in … Continua a leggere 9 nomi per il Quirinale

Raffaella Paita, candidata alle primarie “Faccia di bronzo 2014”

Le elezioni regionali si avvicinano e come ad ogni elezione in "terra rossa", il PD si scatena con le sue primarie e i suoi giochini politico elettorali. Così succede che puoi trovare anche questo: Raffaella Paita si candida alle primarie! In tutta risposta Renzi cala dall'alto Cofferati. E la sfida tra i due sarà incandescente! … Continua a leggere Raffaella Paita, candidata alle primarie “Faccia di bronzo 2014”

Il lavoro cementificato

Poco tempo fa mi è capitato sotto mano un articolo letto su un giornale locale, dove il vice-sindaco di Savona Livio Di Tullio sosteneva bellamente che i nuovi progetti residenziali porterebbero lavoro alla comunità locale. Ragionamento contorto e fazioso, visto che con questa crisi devastante, basta buttarla sul lavoro che tutto deve essere accettato supinamente … Continua a leggere Il lavoro cementificato

L’insulsa difesa dell’Autorità Portuale

Da alcuni mesi, specie nelle ultime settimane, il PD si è lanciato nell'insulsa difesa dell'Autorità Portuale e nella mente di qualche amministratore locale balena l'idea che: a. il porto di Savona possa competere con un Marsiglia, Amburgo, Rotterdam, Anversa qualsiasi, illudendo operatori portuali e savonesi. Sappiate che invitare i crocieristi ad usare il casello di … Continua a leggere L’insulsa difesa dell’Autorità Portuale

Uber, una palla in cambio di voti

Cosa farebbe la classe politica in cambio di voti? Qualunque cosa, come raccontare una palla: è il caso della Regione Liguria con Uber, il servizio online diffuso in tutto il mondo, tra cui Milano, Genova, Torino e Roma. Uber Innanzitutto occorre chiarire che Uber NON è un servizio pubblico (quindi non è un taxi), ma … Continua a leggere Uber, una palla in cambio di voti

Scempi in Liguria, una triste seduta firmata PD

Anche nella seduta odierna del Consiglio Regionale, il PD ha dato il peggio di sé, approvando scempi a tutto spiano. Parliamoci chiaro, comandano due persone: Burlando e la sua emanazione e candidata alla successione Lella Paita. Ncd si diletta a far da stampella, consci che il loro peso elettorale tende allo zero, cercando qualche legittimazione … Continua a leggere Scempi in Liguria, una triste seduta firmata PD

Romanzo Quirinale, chi sarà l’erede del Re?

Finalmente il regno di Re Giorgio II giunge al termine. Sicuramente il peggiore Presidente che io ricordi, sotto ogni profilo, giuridico, politico ed umano. Giuridico, perché Napolitano ha firmato qualunque porcata: dal lodo Alfano ai decreti legge indicibili di ogni governo. Inutile che lanci i messaggi "troppi decreti legge" e poi ogni settimana ne firmi … Continua a leggere Romanzo Quirinale, chi sarà l’erede del Re?

Sette cittadini su dieci sono stanchi

Le regionali in Emilia Romagna e in Calabria restituiscono al Paese una situazione estremamente imbarazzante e socialmente insostenibile. L'elevato astensionismo dimostra che più della metà dei cittadini chiamati al voto non ha più fiducia in nulla. Né Renzi, né Salvini, né M5S. Il motivo? Tutti uguali. I risultati dei tre mattatori delle elezioni sono determinati … Continua a leggere Sette cittadini su dieci sono stanchi

Morto ammazzato dallo Stato

Stefano Cucchi è morto il 22 ottobre 2009. Sbattuto dentro per un episodio di spaccio, morto di freddo. Si presume che quattro guardie carcerarie lo percossero più e più volte. Stefano Cucchi è morto il 31 ottobre 2014, ucciso dallo Stato e da un sistema che si autoassolve. Qualcuno picchiò Stefano, si sa chi, ma non … Continua a leggere Morto ammazzato dallo Stato